Lascito Edvige Livello

Inventario del Lascito Edvige Livello conservato all’Archivio svizzero di letteratura



Inventario redatto da Ricarda Francesca Gerosa e Annetta Ganzoni, xml da Aline Delacrétaz, agosto 2003








Archivio svizzero di letteratura

Hallwylstrasse 15
CH-3003 Berna


E-mail: arch.lit@nb.admin.ch



Inventario codificato da Aline Delacrétaz settembre 2005


Riassunto del fondo

Autore/Origine : Edvige Livello (1901-1999)
Titolo : Lascito Edvige Livello
Date dei documenti : Dal 1920 al 1999
Riassunto : L'archivio include: A: Tiposcritti di opere pubblicate, materiale inedito (prosa, poesia, drammatica e saggistica), disegni. B: Oltre alla corrispondenza privata e professionale (grafologia) il carteggio di Edvige Livello contiene lettere di autori, redattori e editori, tra cui Mario Agliati, Donata Berra, Franca Cleis, Anna Felder, Felice Filippini, Ugo Frey, Adolfo Jenni, Gryzko Mascioni e Giovanni Orelli. C: Documenti biografici (personali, fotografici e sonori). D: Critica; copie di opere pubblicate; libri e articoli di lettura personale.
Collazione : 10 scatole d'archivio
Segnatura : ASL Livello

La psicologa e poetessa Edvige Livello nel suo studio

Biografia di Edvige Livello

Edvige Livello è nata a Castrisch (Ilanz GR) il 16 ottobre 1901 da genitori italiani. Il lavoro del padre, ingegnere ferroviario, obbliga la famiglia a frequenti cambi di domicilio. Quest’uomo di personalità è molto affascinato dalla piccola Edvige che dimostra, già in tenera età, intelligenza, acutezza e vivacità di spirito. A sua volta Edvige venera il padre (che purtroppo muore precocemente), e lo venererà durante tutta la sua lunga vita. Rimaste sole le donne della famiglia Livello (Edvige, la madre e la sorella Ines) vivono per alcuni anni ad Airolo. Poi, probabilmente in seguito alla morte della madre, le due sorelle si trasferiscono a Lugano. Ines è commessa in un grande magazzino, mentre Edvige è attiva nel settore commerciale.

La Livello, che nel frattempo ha studiato psicologia a Milano, si specializza in caratterologia e grafologia a Zurigo, sotto la guida di Ludwig Klages. Quindi apre un suo studio privato di psicologia, grafologia e orientamento professionale (il primo del genere nel Ticino, gestito da una donna). Edvige collabora, in qualità di consulente, con la magistratura e con enti pubblici e privati, tiene conferenze in diverse località del cantone, acquistandosi una chiara fama.

La sorella Ines intanto, a causa di complicazioni in seguito ad un incidente, è costretta in carrozzella e Edvige, che vivrà sempre con lei a Lugano, l’assiste e la sostiene per lunghi anni. Edvige Livello, dopo una vita laboriosa e proficua, sia professionalmente, sia intellettualmente, si spegne a Lugano il 26 dicembre 1999.

Come lei stessa afferma in un’intervista del 1991, Edvige Livello scrive poesie "da sempre", ma inizia a pubblicare i suoi primi racconti su riviste e giornali italiani e ticinesi e a scrivere radiodrammi per Radio Monteceneri (oggi RSI), solo a partire dagli anni Sessanta, mentre si dedica anche alla pittura e alla scultura. I suoi primi volumi di poesia invece, che ottengono subito premi e attenzione sia di pubblico, sia di critica, datano degli anni Settanta, mentre negli anni Ottanta sono pubblicate le sue raccolte di racconti. Del 1986 è il suo unico romanzo Vento e luna.

Nell'ambito della Svizzera italiana i suoi scritti vengono apprezzati (fra gli altri) da Giovanni Orelli, Mario Agliati e Amleto Pedroli, che le dedicano scritti e recensioni, ma nonostante nel 1973 Edvige Livello riceva il premio Francesco Chiesa, opera prima, con Le stagioni interiori, e nel 1993 sia insignita dell’ambito Premio Schiller per Poesie, questa autrice non viene menzionata insieme ai nomi più significativi della letteratura contemporanea, e non è citata nelle antologie. I suoi temi (destino umano, vita di donna, vita quotidiana, il mondo magico e fiabesco), la sua percezione prospettica e il suo linguaggio (sobrio, esatto e moderno, senza ovvio orientamento alle tradizioni letterarie, ma sempre poetico) la distinguono dagli autori della sua generazione.

Ringraziamo Franca Cleis delle sue preziose precisazioni per la presentazione di vita e opera di Edvige Livello.

Bibliografia scelta dell'opera creativa

POESIA

- Le stagioni interiori, Lugano, stampa in proprio, 1973
- Gli orologi, Lugano, Pantarei, collana "L’Acero", 1977
- Poesie, Bellinzona, Casagrande: collana "La sfera", 1992
- La passeggiata, Locarno, A. Dadò, 1996
- Rime e ritmi, Lugano, stampa in proprio, 1999

NARRATIVA

- Il dopo di un prima: racconti, Locarno, Pedrazzini, 1980
- Vento e luna: romanzo, Locarno, Pedrazzini, 1986
- Sandro e Rosita – Favole moderne, [Lugano], Editore Sì alla vita, Sezione Svizzera italiana, 1995
- La donna sulla panchina, Bellinzona, Casagrande: collana "La sfera", 1997

DRAMMATICA

- Ofelia, s.d
- Destino e carattere, s.d
- La sedia a rotelle, s.d
- La chiave, s.d

RADIODRAMMI PER LA RSI

- Incontro con Lucinda, 1979
- Costa azzurra, 1983
- La dottoressa, 1983
- Telefono amico, s.d

Informazioni amministrative

Accesso

Consultazione esclusivamente nella sala di lettura dell’ASL. Consultazione limitata per ragioni di diritti d’autore e di personalità.

Utilizzazione

Il presente inventario ead consultabile sul sito della Biblioteca nazionale svizzera dà l'accesso più completo al lascito di Edvige Livello nell'Archivio svizzero di letteratura a Berna.


Citazione

Archivio svizzero di letteratura (ASL). Lascito Edvige Livello.

Acquisizione del Lascito Edvige Livello

Nel 2000, Franca Cleis ha fatto donazione del fondo letterario di Edvige Livello all'Archivio svizzero di letteratura (ASL). Scomparsa a quasi cent’anni, senza parenti, Edvige Livello aveva affidato per testamento a Franca Cleis – paziente curatrice editoriale di una parte della sua opera – le carte che ora sono sistemate in dieci scatole d'archivio all’ASL. Ulteriori materiali purtroppo sono andati smarriti. Il presente fondo si compone di pochi manoscritti, di alcuni dattiloscritti di opere edite e inedite, di alcuni disegni, perizie grafologiche, di una parte della corrispondenza, di fotografie e di documenti sonori. Chissà se Edvige Livello, scrittrice e donna appartata e curiosa, sapiente e amante dei misteri della vita, non abbia scelto deliberatamente di non lasciare tracce troppo evidenti di sé?

Abbreviazioni

all. allegato
corr. correzioni
ds dattiloscritto
ed. edizione
es. esemplari
ms manoscritto
incl. incluso
ital. italiano
p. pagina
s.a. senza autore
s.d. senza data
s.l. senza luogo
ted. tedesco
trad. traduzione

Indice

A Opere
A-1 Prosa
A-1-a Nina Turchese:
A-1-b Articoli di giornale
A-1-c La donna sulla panchina
A-1-d Testi diversi
A-2 Poesia
A-2-a Le stagioni interiori, 1973
A-2-b Gli orologi, 1977
A-2-c Poesie, 1992
A-2-d Rime e ritmi, 1999
A-2-e Materiale vario inedito
A-3 Drammatica
A-3-a Ofelia
A-3-b Destino e carattere
A-3-c La sedia a rotelle
A-3-d La chiave
A-3-e Costa azzurra
A-3-f La dottoressa
A-4 Psicologia e grafologia
A-4-a Psicologia
A-4-b Grafologia
A-5 Disegni
B Carteggio
B-1 Corrispondenza varia e letteraria
B-2 Corrispondenza professionale
C Documenti biografici
C-1 Documenti personali e biografici
C-1-a Documenti personali
C-1-b Appunti
C-1-c Varia
C-1-d Lascito della sorella
C-2 Documenti fotografici
C-3 Documenti sonori
C-3-a Radiodrammi
C-3-b Letture e canti
C-3-c Conversazioni / altri parlanti
C-3-d Altre cassette
C-3-e Interviste / Conferenze
C-3-f Interviste con terze persone
C-4 Documenti professionali
D Collezioni
D-1 Collezioni varie dell’autrice
D-1-a Raccolta di articoli e materiale vario su psicologia e grafologia
D-1-b Raccolta di testi sulla letteratura
D-1-c Articoli e rittagli di giornale
D-1-d Libri vari
D-2 Recensioni e critica
D-2-a Articoli generali e sull'attività professionale
D-2-b Recensioni
D-3 Copie di pubblicazioni
D-4 Elaborazione del lascito